Cara Ceccardi..

Alcuni giorni fa i parlamentari democratici toscani hanno giustamente segnalato – nel silenzio più totale del governo giallo-verde – il definanziamento di 5 milioni di euro sul raddoppio della tratta ferroviaria Firenze – Lucca. 

Il precedente governo e la Regione Toscana hanno investito molto in infrastrutture ed in particolare su un’opera, quella del raddoppio tra Firenze e Lucca, che si attendeva da decenni e su cui ogni giorno viaggiano migliaia di pendolari toscani. L’attuale governo in cerca di una soluzione con Bruxelles per evitare la procedura d’infrazione ha deciso, evidentemente, di iniziare a tagliare in maniera indiscriminata e senza oculatezza, anche nei confronti delle infrastrutture minori ma necessarie per lo sviluppo di una regione, ed in generale del Paese. 

Visto che la Ceccardi non perde occasione di ricordarci che è la ras leghista in Toscana, oltre a farsi i selfie sulle ruspe, è anche in grado di raccontarci cosa pensi di queste scelte del suo governo nazionale? Ceccardi batti un colpo e dicci come immagini lo sviluppo infrastrutturale della Toscana, te ne saremmo grati e soprattutto eleveremmo il livello del dibattito.

Intanto potresti iniziare a difendere la Toscana, a cui tanto tieni, dal tuo stesso governo, che per difendere il reddito di cittadinanza e quota 100 ha deciso di tagliare opere essenziali per la crescita economica e per l’innalzamento della qualità di vita degli stessi cittadini toscani. 

Contrarietà al potenziamento dell’aeroporto di Peretola e alla TAV di Firenze, definanziamento del raddoppio tra Firenze e Lucca, cosa altro dobbiamo aspettarci dai penta-leghisti qui in Toscana? Se il buongiorno si vede dal mattino, direi che siamo già un pezzo avanti. 

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!