Ott 30, 2018 - POLITICA NAZIONALE    1 Comment

La marchetta per Ischia.

In queste settimane abbiamo sentito il buon Giggino di Mail (come lo chiama il grande Vittorio Zucconi) dichiarare in tutte le salse che nella “decreto Genova” non ci saranno condoni! Di fronte ai suoi militanti al Circo Massimo di Roma, il weekend scorso, lo ha urlato a pieni polmoni.

Bene, siccome le parole e la lingua italiana (non sempre) sono molto chiare, vi copio di seguito l’articolo 25 dall’atto normativo in cui è racchiusa la roboante manovra. 

ART. 25. (Definizione delle procedure di condono).

  1. Al fine di dare attuazione alle disposizioni di cui al presente decreto, i Comuni di cui all’articolo 17, comma 1, definiscono le istanze di condono relative agli immobili distrutti o danneggiati dal sisma del 21 agosto 2017, presentate ai sensi della legge 28 febbraio 1985, n. 47, della legge 23 dicembre 1994, n. 724, e del decreto-legge 30 settembre2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2003, n. 326, pendenti alla data di entrata in vigore del presente decreto. Per la definizione delle istanze di cui al presente articolo, trovano esclusiva applicazione le disposizioni di cui ai Capi IV e V della legge 28 febbraio 1985, n. 47.
  2. I comuni di cui all’articolo 17, comma 1, provvedono, anche mediante l’indizione di apposite conferenze dei servizi, ad assicurare la conclusione dei procedimenti volti all’esame delle predette istanze di condono, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. 
  3. Il procedimento per la concessione dei contributi di cui al presente decreto è sospeso nelle more dell’esame delle istanze di Atti Parlamentari — 91 — Camera dei Deputati XVIII LEGISLATURA A.C. 1209 condono e la loro erogazione è subordinata all’accoglimento di dette istanze.

Tradotto: lo Stato non solo non rivedrà i soldi delle more che i tanti cittadini di Ischia gli dovevano per aver costruito degli immobili abusivi, ma darà loro soldi per poter ricostruire quelle stesse abitazioni (ovviamente abusive). 

Siamo davvero un Paese straordinario.

1 Comment

  • Una sola parola : INDEGNO. Per Una cosa del genere,se fatta da noi ci avrebbero cricifisso

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!