Mag 9, 2012 - POLITICA LOCALE    No Comments

Siamo solo all’inizio.

 Dopo un giorno trascorso a riposo nelle mura domestiche, credo sia venuto il momento di compiere alcune brevi riflessioni su queste elezioni amministrative.

Innanzitutto lo straordinario risultato del neo Sindaco Samuele Bertinelli: è stata premiata la competenza e la serietà di un ragazzo di 35 anni che è riuscito a riaffermare la politica in un contesto particolarmente turbolento. Adesso lo attende la vera sfida: far diventare Pistoia una vera città media europea, una città in grado di stimolare la crescita e incentivare il lavoro di qualità, per i tanti che oggi non lo hanno, una città che riorganizza l’assetto dei servizi sociali e alla persona in modo che nessuno si senta abbandonato. Insomma la vera sfida è fare di Pistoia la “città di tutti”.

Il Partito Democratico pistoiese è rimasto solo in mezzo alle macerie, come titolava giusto ieri L’Unità. Un partito che ha dimostrato una grande prova di sé, raggiungendo una percentuale notevole, la più alta rispetto a tutti i Comuni Capoluogo in cui si è votato lo scorso week end. I partiti di centrodestra, come PDL e Terzo Polo, hanno ottenuto risultati pesantemente sotto la media, andando in parte ad “ingrassare” le file del movimento di Beppe Grillo. Molti complimenti devono esser fatti a tutti i candidati del PD, sia a coloro che sono stati eletti e soprattutto a coloro che non hanno raggiunto l’elezione, ma che hanno contribuito in maniera eguale alla straordinaria vittoria del PD e di Samuele.

Infine vorrei soffermarmi sulle tante persone che mi hanno dato una mano per questa campagna elettorale. In primis i Giovani Democratici, i quali mi hanno dato l’onore di poterli rappresentare in Consiglio. A loro va il più grande riconoscimento per l’immenso lavoro che hanno compiuto, definendo delle proposte, divulgandole, discutendole sui social network, e mettendosi alla prova come un vero e proprio partito. Credo che questa avventura collettiva sia servita a ciascuno per maturare sia politicamente che personalmente. L’altro ringraziamento va inevitabilmente al partito che mi ha sostenuto ed ha creduto in un processo di rinnovamento che a Pistoia si sta compiendo da anni, prima con Caterina Bini in Regione, poi con Federica Fratoni in Provincia e con Marco Niccolai alla guida del PD provinciale ed oggi con Samuele Bertinelli alla guida del Comune.

Oltre alle figure di partito ci sono i parenti, gli amici e conoscenti che, non meno dei precedenti, si sono impegnati nel divulgare la notizia della candidatura. È stata la dimostrazione di una vera sfida corale, che mi ha reso particolarmente orgoglioso.

Questo splendido risultato, 567 preferenze, mi riempie di gioia ma allo stesso tempo mi carica di responsabilità, che cercherò di onorare imparando ad essere un “buon” consigliere poiché, come si dice a Pistoia, non sono “nato imparato”.

Grazie di cuore a tutti.

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!