Nov 8, 2011 - POLITICA LOCALE    No Comments

Poche parole, molti fatti!

Carissimi!

Pochi giorni fa il capogruppo PD del Consiglio regionale toscano Vittorio Bugli ha presentato due disegni di legge regionali e una proposta di legge per il Parlamento nazionale sui costi della politica.

Il primo riguarda la riduzione del numero dei consiglieri toscani da 55 a 40, portando così il consiglio regionale toscano ad essere uno dei più virtuosi del Paese. In questa modifica dello Statuto sono interessati anche gli assessori che vedrebbero ridursi il numero massimo da 10 a 8. Se vuoi puoi scaricare il ddl in questione.

Il secondo disegno di legge regionale prevede il superamento e l’abolizione del vitalizio per i consiglieri e gli assessori, passando così al sistema previdenziale contributivo. Scarica il ddl sull’abolizione dell’istituto del vitalizio.

La terza proposta, lanciata dal gruppo regionale del PD, è rivolta al Parlamento nazionale e prevede l’adeguamento delle indennità dei consiglieri delle altre regioni italiane a quelle dei consiglieri toscani. Oggi i consiglieri toscani hanno un’indennità pari al 65% delle indennità lorde dei deputati della Camera, la proposta in questione prevederebbe l’adeguamento delle indennità dei consiglieri delle altre regioni al 70% dell’indennità dei deputati. Scarica anche pdl per il Parlamento.

In un momento in cui è richiesta maggiore sobrietà a chi ricopre incarichi istituzionali e pubblici la regione Toscana ha voluto rispettare ciò che aveva promesso in campagna elettorale. Ha fatto tutto ciò con serietà e senza grandi annunci, ma dimostrando la propria responsabilità coi fatti. Queste proposte valgono molto di più di tante dichiarazioni di intenti.

 

 

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!