Set 2, 2011 - POLITICA LOCALE    No Comments

Comune Unico Montano

Torno a scrivere dopo alcune settimane di stop, alternate tra Pistoia e l’Abetone, dove fortunatamente si stava assai più freschi.

Proprio qualche settimana fa il sindaco della famosa località dell’Appennino Tosco-Emiliano si è lanciato contro la norma della seconda manovra finanziaria che prevedeva lo scioglimento dei Comuni sotto i 1000 abitanti, oltre che quello delle province sotto i 300 mila abitanti. Il sindaco è partito sulla difensiva, minacciando di voler passare con Fiumalbo e con la regione Emilia-Romagna.

In realtà il tema della costituzione di un “Comune unico” che unificasse i piccoli Comuni montani si era già posto circa un anno fa, su proposta del segretario comunale del PD di San Marcello. L’idea, che nel frattempo ha avviato il proprio iter nella commissione riforme istituzionali in regione Toscana, è stata vista positivamente da alcuni sindaci, sia di centro sinistra che di destra, come Strufaldi di San Marcello o Ceccarelli di Cutigliano.

Il tema è assolutamente all’ordine del giorno, perchè affronta la risoluzione di problemi che i Comuni di piccole dimensioni e di limitata densità di abitanti devono risolvere di fronte ad una continua riduzione della finanza pubblica a disposizione e ad un aumento delle cosiddette “dis-economie” di scala. Inoltre recenti studi hanno dimostrato come il numero eccessivo di istituzioni pubbliche in un territorio non particolarmente esteso funge da ostacolo allo sviluppo economico locale.

Noi stasera alla Sala Baccarini di San Marcello alle ore 21 parleremo di questo e di altro ancora… Ti aspettiamo!

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!