Nuovo “nuovo Ulivo” ?

L’altra sera, incuriosito dal titolo della serata e dal tema trattato, sono andato al dibattito che si è tenuto sulle alleanze del centrosinistra alla festa provinciale della Cgil.

Relatori:

  • Rosy Bindi, PD
  • Fabio Mussi, Sel
  • Leoluca Orlando, Idv
  • Massimo Rossi, Fed

Premetto che a mio avviso la serata non è stata delle migliori, non tanto per la platea ma per l’esito della discussine sul futuro di una nuova alleanza di centrosinistra.

L’errore è stato di tipo strutturale: come si può ragionare di alleanze se prima ogni partito non individua le proprie prerogative? Fortunatamente il Partito Democratico nelle prossime settimane presenterà documenti programmatici divisi per tematiche, in cui esprimerà quelle che riterrà le linee guida per lo sviluppo economico e sociale del paese. La scorsa settimana nella Conferenza dei lavoratori a Genova ha delineato le proposte per riformare il mercato del lavoro. Questo pone le basi per sedersi intorno ad un tavolo con altre forze politiche e discutere di un’eventuale alleanza. E’ totalmente irrazionale decidere prima CON CHI andare alle elezioni per definire dopo CHE COSA proporre ai cittadini. Questo è il percorso che potrebbe portare nuovamente alla scrittura di un programma di 300 pagini, in stile Unione 2006.

Gli interventi di tutti e 4 gli esponenti hanno dimostrato che dal punto di vista programmatico, su questioni non di poco conto come la politica estera, sono presenti enormi distanze..

Inoltre si è verificato un ulteriore problema: alcuni interventi, penso a quello del rappresentante della Federazione della sinistra, si sono quasi esclusivamente focalizzati nell’attacco al Partito Democratico, sia per le scelte che ha fatto su Mirafiori sia per le alleanze locali che ha fatto con l’Udc e così via.

Queste sono le condizioni di partenza. Ecco. Dove vorremmo andare?

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!